Stefano Bisi, gran maestro del GOI, ‘spiega’ come fare a riconoscere i massoni

Stefano Bisi, gran maestro del Grande Oriente d’Italia, la più importante obbedienza massonica in Italia, ‘spiega’ ai non massoni cosa fare per riconoscere un massone.

Egli dice che un massone che sta nel mondo è riconoscibile, «perché se un cittadino ha letto qualche libro sulla massoneria, riconoscerà un massone da lontano. Posso dire la mia esperienza personale. Già allora era più riservata l’appartenenza alla Massoneria, ma in quei quattro anni, prima di essere iniziato, in cui lessi tanti libri sulla Massoneria, nella mia città in pratica capii subito chi erano i massoni ….. cioè avevo capito chi erano i massoni della mia città prima di diventare massone, perché lo capivo dal loro comportamento, in quanto avevo letto».

Fonte: http://youtu.be/e-Uk2rNhNAw

Fratelli nel Signore, leggete dunque il mio libro ‘La Massoneria Smascherata’ e così capirete chi sono i massoni presenti oggi nelle Chiese Evangeliche che operano al servizio della Massoneria e quindi per distruggere il Cristianesimo: lo capirete dal loro comportamento, come Stefano Bisi – allora «profano» ossia non massone – riconobbe chi erano i massoni della sua città dal loro comportamento.
Potrei riassumere quello che ha detto questo massone dicendo che la parlata e l’operato dei massoni presenti nelle Chiese li dà a conoscere. Essi infatti sono a favore del dialogo ecumenico e interreligioso, sono relativisti, disprezzano e odiano il fondamentalismo e i fondamentalisti cristiani, sono a favore dell’impegno politico e sociale della Chiesa per il miglioramento del mondo (proclamano quindi il cosiddetto vangelo sociale), proclamano la libertà dell’uomo in campo morale e dottrinale e quindi mostrano una forte avversione verso quello che i massoni chiamano ‘dogmatismo’, lottano per la libertà religiosa per tutti gli uomini, appoggiano teorie scientifiche che contrastano la Parola di Dio come la gap-theory e l’evoluzione, allegorizzano tante cose della Bibbia che non vanno allegorizzate perché detestano che si prenda alla lettera la Parola di Dio, amano il mondo e le cose che sono nel mondo, sono doppi in parole per cercare di apparire Cristiani e quindi quando sono con i Cristiani fingono di essere Cristiani e quando sono con i Massoni fanno i massoni, e così via. E per ultimo, ma non meno importante, essi non condannano pubblicamente la Massoneria, si rifiutano di chiamarla una istituzione diabolica che mena le anime in perdizione, si rifiutano di condannare e confutare pubblicamente i principi massonici di ‘libertà, uguaglianza e fratellanza’ perché essi approvano e diffondono questi principi, non condannano la collusione delle Chiese con la Massoneria, e si oppongono a che i massoni siano cacciati via dalle Chiese.
Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

Fonte: http://giacintobutindaro.org/

Articoli correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Grande Oriente d’Italia, Massoneria, Stefano Bisi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...